Omofobia ed eterofobia. La provocazione di Matteo Salvini <span class="bsf-rt-reading-time"><span class="bsf-rt-display-label" prefix="⌚ Tempo di lettura"></span> <span class="bsf-rt-display-time" reading_time="2"></span> <span class="bsf-rt-display-postfix" postfix="minuti"></span></span><!-- .bsf-rt-reading-time -->

Salvini contro legge omofobia "allora facciamo legge contro eterofobia"
Rubrica Psy.LGBT Re.Post

Omofobia ed eterofobia. La provocazione di Matteo Salvini

Matteo Salvini prende posizione contro la nuova legge Zan, legge che tutela contro l’omofobia ma anche contro la presunta eterofobia

“Se viene picchiata o perseguitata una persona, sia che sia omosessuale che eterosessuale, chi lo fa deve andare in galera. Non capisco perché se vengo picchiato io deve essere diverso da un altro. Allora presentiamo anche una legge contro l’eterofobia“. Queste le parole di Salvini sulla legge contro l’omofobia.

Quello del senatore è un tipo di appello che può far presa sulle paure della popolazione, ma la politica dovrebbe diminuire la paura delle persone, non alimentarla. Con il ragionamento di Salvini, si ignorano e cancellano le difficoltà e discriminazioni vissute dalle persone LGBT+. Se una persona etero subisce delle ingiustizie non è per via dell’eterofobia. O almeno il mio team ed io non siamo a conoscenza di eterosessuali accerchiati da gay e picchiati a sangue perché sono etero.

Le persone eterosessuali non vengono denigrate per il loro orientamento sessuale, non vengono insultate e aggredite per il fatto di essere eterosessuali, non devono avere paura a tenere per mano o baciare i loro partner in pubblico. Questo perché l’eterofobia, semplicemente, non esiste. Ma l’omofobia sì, ed è questo che Matteo Salvini ignora.

Oltre a ciò l’eterofobia, qualora esistesse, sarebbe punita dalla nuova legge contro l’omotransfobia

Paradossalmente il senatore Salvini con questa frase contro la legge, dice al tempo stesso di esserne a favore. Sì, perché la legge Zan tutela contro ogni discriminazione basata sull’orientamento sessuale. Dunque, se ipoteticamente una persona eterosessuale venisse insultata o aggredita per il fatto di amare una persona del sesso opposto, la legge la tutelerebbe.

“Allora presentiamo anche una legge contro l’eterofobia” è dunque una provocazione che in realtà non ha fondamento. Perché la legge Zan è già una legge contro l’eterofobia, e dunque Salvini dovrebbe supportarla e mostrarsi a favore. La legge, così come è scritta, protegge tutti, anche gli eterosessuali.

Le persone che seguono questo tipo di pensiero dovrebbero soffermarsi sulla realtà vissuta dalle minoranze. Dovrebbero chiedersi se sarebbero ancora contrari alla legge Zan, se dovessero loro stessi avere paura nel prendere la mano del partner in pubblico.

Fonte: https://www.globalist.it/politics/2020/07/01/la-becera-provocazione-di-matteo-salvini-omofobia-allora-facciamo-anche-la-legge-contro-l-eterofobia-2061130.html

Iscriviti al nostro canale Telegram per rimanere aggiornato sulle notizie della rubrica Re-Post!

Leave your thought here

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Il contenuto è protetto.
it_ITItalian
it_ITItalian
Select the fields to be shown. Others will be hidden. Drag and drop to rearrange the order.
  • Immagine
  • SKU
  • Valutazioni
  • Prezzo
  • Magazzino
  • Disponibilità
  • Aggiungi al carrello
  • Descrizione
  • Contenuto
  • Peso
  • Dimensioni
  • Additional information
  • Attributi
  • Custom attributes
  • Custom fields
Comparatore
Lista desideri 0
Apri la Lista desideri Continua lo shopping